STUDIO LEGALE CIRULLI          HOME       ATTIVITA’       CONTATTI       INFO GIURIDICHE

 

 

Domanda di condanna del custode ex art. 2051 c.c. formulata per la prima volta in grado di appello

La domanda di condanna del custode ex art. 2051 c.c. deve ritenersi inammissibile se formulata per la prima volta in grado di appello, quando in primo grado l'attore non abbia espressamente invocato, a fondamento della propria pretesa risarcitoria, che il danno patito sia derivato da una cosa, e che il convenuto avesse un potere di fatto su questa.

Cassazione Civile, Sezione III, Sentenza 24-02-2015, n. 3589