STUDIO LEGALE CIRULLI          HOME       ATTIVITA’       CONTATTI       INFO GIURIDICHE

 

 

Responsabilità da cose in custodia - nesso causale – Incendio innescato da un fatto esterno eccezionale e imprevedibile (c.d. fortuito incidentale).

 

In materia di responsabilità da cose in custodia, il nesso causale deve essere negato non solo in presenza di un fattore esterno che, interferendo nella situazione in atto, abbia di per sè prodotto l'evento, assumendo il carattere del c.d. fortuito autonomo, ma anche nei casi in cui la cosa sia stata resa fattore eziologico dell'evento dannoso da un elemento o fatto estraneo del tutto eccezionale e per ciò stesso imprevedibile (c.d. fortuito incidentale), ancorché dipendente dalla condotta colpevole di un terzo o della stessa vittima. Nel caso di specie, è stato negato il fondamento dell'azione risarcitoria, per la considerazione che l'azione criminosa (lancio di bottiglie incendiarie all'interno dell'autoparco) posta in essere da ignoti criminali in ora notturna, in modo preordinato e presumibilmente con modalità atte ad escludere ogni sorveglianza, costituiva fatto estraneo alla sfera del custode di per sé idoneo a dare impulso causale autonomo, con carattere di imprevedibilità e di assoluta eccezionalità, all'incendio sviluppatosi nell'immobile destinato a piazzale pertinenziale allo stabilimento, tale da interrompere ogni nesso causale tra la combustione dei materiali presenti nel piazzale (cassette di plastica) e i danni provocati dalle fiamme all'immobile.

Cassazione Civile, Sezione VI, Sentenza del 26.02.2015, n. 3953